Home > Q casino puddle of mudd

Q casino puddle of mudd

Q casino puddle of mudd

US Date: Washington Date: Kiev Date: Great information, thank you http: Excellent site, but that message is not related to its contents http: Hi guys its me again. Can you look http: USA Date: Hello, nice site look this: Chicago Date: Vegas Date: Los Angeles Date: EAST 17 EELS ELISA ESTRA FANS FIVE GABIN GAIA GANG GARBO GRETA HED PE HEVIA HIM HOLE INOKI J-AX JAY-Z JCA JENE JET JEWEL JJ 72 JURY LAND KABRU KEANE KEVIN KHIKO KILLS KISS KORN L DIVO L'AURA LAMB LEM LINDA LINEA 77 LOST MANA MANGO MAO MARON 5 MC5 MEG Per me e per noi italiani, tutto questo era semplicemente inconcepibile. Come se tutto questo non bastasse, pure le perturbazioni, le nevicate e la loro intensità, hanno un qualcosa di surreale: Senza smettere mai.

Lo so… vi ho fatto venire voglia di andarci, vero? So di essere stato presente in un College-party a San Francisco, con tanto di cheerleader e squadra di football studentesca. So di aver giocato a Beer Pong. So di aver dormito nel Bellagio di Las Vegas, di aver scommesso alla roulette, di aver vinto alla roulette, di aver perso tutto alla roulette. So di aver passato una notte indimenticabile in quella città che prima pensavo esistesse soltanto nei film e di essere stato dentro una limousine per qualche minuto. So di aver visto e fotografato luoghi, strade e paesaggi fantastici, tanto irreali da crederli effimeri.

So di aver vissuto un sogno. Appunto perché a volte ci sono parole che racchiudono intere storie… parole capaci di farti tornare alla mente incredibili viaggi. La cosa che mi ha colpito molto è che, oltre a siti italiani, anche method. Penso che una parte della colpa sia mia, nel senso che se avessi iniziato anni fa, concentrando le mie energie seriamente su una delle tre, probabilmente ora sarei un rider o uno shaper oppure un filmer migliore, unico problema che mi affascinano tutte quante.

A parte questa autocritica, penso che in Italia la gente con delle potenzialità sia sprecata Per quanto riguarda lo snowboard, non ci sono nè i mezzi e nè i soldi per vivere come rider, e quei pochi, a mio avviso, vengono investiti malamente. Come tutte le cose più le fai più migliori. Dopo aver passato la prima stagione a Madesimo come shaper, ho avuto la possibilità di spostarmi a Bardonecchia. Lavorare tutti i giorni come shaper in un park come Bardoneccchia, ti da anche la possibilità di snowboardare e crescere molto come rider. Contando anche le ultime 2 stagioni estive a Les 2 Alpes, da Facciosnao, penso di aver snowbordato in 3 anni circa 25 mesi!

La prima foto pubblicata fu su Entry nel , quel primo scatto pubblicato mi ha dato una motivazione tale che non sono più riuscito a fermarmi, dopo 6 anni mi ritrovo ad avere collezionato circa un di foto sui vari magazine del settore, 2 videopart e ora grazie a te Denis anche cover e ITW su una delle migliori riviste italiane. Quello di cui mi rendo sempre più conto è che ho dato a questo sport circa 10 anni della mia vita e ne sono orgoglioso. Dovendo in prima persona gestire video e blog di Garbage. Personalmente ho visto sempre Lemon8, in particolare Olly e Zeman, come fonti di ispirazione. Quando noi facevamo i primi video, loro già avevano parti incredibili in Prosit di Random Video.

La maggior parte dei pro rider in snowboard sono anche fortissimi sbatter! Lo skate, essendo nato molto prima, penso sia di conseguenza fonte di ispirazione per lo snowboard, io non ci vedo nulla di male. Jones e De La Rue sono riders incompleti? Non penso proprio, nonostante facciano esclusivamente linee inumane in freeride. Il fatto che poi i giovani rider preferiscano jibbare, penso sia dovuto dal fatto che sia più divertente e dal fatto che sono influenzati da questo funny mood di interpretare lo snowboarding.

VideoGrass per filming ed editing dei Video. Matteo Ferraris per lo shaping. Chris Grernier, Luca Magoon per il riding. Tutte le cose si apprezzano di più se condivise con qualcuno, se questo qualcuno è un gruppo di amici con stessa passione e stesso mood penso sia la cosa più gratificante che ci possa essere. Ora Garbage penso sia una delle realtà più solide che ci sia in Italia nel mondo dello snowboard. Collaboriamo con la maggior parte delle riviste del settore, siamo riusciti a creare una nostra company di produzione video, organizziamo party ed eventi.

La cosa che mi da più soddisfazione è ricevere mail e complimenti, vedere che quel che facciamo piace ed essere fonte di ispirazione per i rider più giovani! Doors è Garbage, Garbage è Doors Non so come sia nata questa collaborazione, so solo che è iniziata come la cosa più bella e sta dando i suoi frutti. Negli ultimi due anni abbiamo prodotto due Team Video ed ora abbiamo iniziato a lavorare ad un nuovo e diverso progetto video il cui protagonista principale è il park e comprensorio di Bardonecchia.

Penso sia un piccolo passo in avanti e uno stimolo per creare anche qui in Italia realtà affermate come i park americani. Bear Mnt. Un park super funny per il jibbing con centinaia di strutture diverse, linee di kikers e un paio di Pipe. Penso sia un progetto ambizioso, non sarà semplice, ma sono fiducioso. Quindi chiamatemi se dovete fare un video! Ho conosciuto Fabrizio Messineo, fondatore di WoodMorning, circa 5 anni fa durante la Spy Rail Battle di Varese, non avrei dovuto neanche parteciparvi, poi per mancanza di alcuni rider stranieri invitati, sono finito nella mischia. Se sono arrivato fino a qui sicuramente lo devo a loro che hanno sempre creduto in me!

Grazie di cuore! Non tutti sanno di questa mia cosa, a dir al verità sono stato sempre restio nel parlarne probabilmente perché non avevo ancora superato del tutto le mie paure. La cosa di cui ho avuto più paura, a parte quella di passare a miglior vita, era la possibilità che non potessi più snowbordare. Nonostante questo evento mi abbia segnato in modo indelebile, da un lato mi ha aiutato ad aprire gli occhi cambiato e condizionato tutte le scelte della mia vita.

A volte non ci rendiamo conto di quanto sia bella, di quante emozioni ci regalano anche le cose più semplici passate con le persone e gli amici più cari. La cosa più importante che ho capito della vita è di non avere rimpianti, inseguire e cercare di realizzare i propri sogni, apprezzando al massimo tutte le situazioni. Believe In Dreams! Un ringraziamento particolare alla mia famiglia, a tutte le persone che sono state importanti e quelle che lo saranno nella mia vita.

Non credo. Simon è attualmente il più forte rider italiano e credo che nessuno possa dire il contrario. La sua voglia di snowboardare è incredibile, la si sente anche quando semplicemente respira. Simon è fortissimo, solido, concreto. Olla più di tutti. Chiude più di tutti. Ed ora che ha pure iniziato a girare il mondo filmando con una delle migliori crew europee e mondiali…, beh, mi sa che resterà il rider più forte di tutti ancora per molto. Second Place: Lorenzo Barbieri - Third place: Marco Grigis.

Ormai non so quanti anni siano che Tania è capace di dare la foglia a qualsiasi ragazza e anche a moltissimi dei maschietti… è indiscutibilmente un punto di riferimento per ogni donzella che mai voglia porsi degli obiettivi. Con la piccola e personale speranza che continui a trovare dei nuovi orizzonti e nuovi obiettivi legati a questo mondo. Maria Maiocco - Third place: Ilenia Cavallini. Marchino rappresenta una delle rarissime e giovani speranze italiane per il futuro. Non ha nemmeno diciassette anni e già possiede un bagaglio di trick devastanti. E cosa che non guasta e che tra i suoi coetanei quasi nessuno possiede, ha la testa sulle spalle. Ha già girato mezzo mondo e ovunque sia stato si è sempre fatto notare.

Filiberto Piller Cottrer - Third place: Dadino Colturi. Sembra di vedere un video. Chissà che un giorno, oltre ad una mia foto che lo ritrae, possa avere anche un suo disegno appeso alla parete di casa. Alberto Schiavon - Third place: Stefano Carini. Ma perché quelle volte che ho avuto il piacere di lavorarci assieme, chiudeva qualsiasi cosa first try! E la sua parte video in Random lo rispecchia in pieno: La migliore parte video di questa stagione.

Simon Gruber - Third place: Filippo Kratter. Lollo è il primo italiano ad aver chiuso un doublecork in park. Lollo è il primo italiano ad averlo chiuso uscendo in switch frontside… ed ora che ci penso, è anche uno dei pochissimi in assoluto mi sa ad averlo fatto in switch frontside! Ed ora che ci penso meglio, ha pure chiuso un double backside rodeo in park! Giorgio Ciancaleoni.

Personalmente lo considero un caro amico, una persona divertente e capace di farmi morire dal ridere quando mi parla in dialetto veneto. Federico Jovanovich - Third place: Daniel Neulichedl. Manuel è colui che riesce ad uscire cinque metri da un superpipe e buttarsi con la testa verso il coping per ben due volte. Giorgio Ciancaleoni - Third place: Stefano Munari. La miglior freestyle board al mondo con talmente tanta tecnologia da fare invidia alla concorrenza. Profile Combo Platter, con lamine leggermente sollevate sotto gli attacchi, per ollie aggressivi e un pop davvero permissivo. La tavola Burton pluripremiata torna sul mercato ancora più tosta.

Cavalcata quotidianamente da Sorman, Mitrani e Rencz, è stabile e permissiva, capace di affrontare qualunque sfida. Carbonio, kevlar, fibre di vetro il tutto unito da una anima di pioppo e betulla, questa è la RIOT. Un Twin TBT prodotto per un pubblico esigente a cui piace andare grosso. Leggendario modello che ha avuto numerosi riconoscimenti. Freestyle versatile, per chi cerca prestazioni eccezionali in ogni situazione. La costruzione molto sofisticata garantisce performances elevatissime. Super cool e divertente è come un panetto di burro! Popstar è una tavola davvero completa! Creata nei 22 acri privati dello snowpark privato Dc, il Mountain Lab, la MLF è stata sviluppata appositamente per i rider che amano il park in tutte le sue strutture.

La Park series è stata ancora una volta inserita nella classifica delle migliori tavole da park. Il flex soffice, una larghezza sopra la media e costruzione twin-tip. Arrivato a destinazione incontrai Giacomo poco dopo, che si stava trafogando un panino gigante e un delizioso gelato al Mc Donalds, ne approfittai per scattare un ritratto con la mia Leica caricata con un Kodak T-Max.

Sequence is not the conventional snowboard mag about tricks, trends and trips: See More. Mi piacciono tutti e due, anche se saltare è più difficile! Il tuo berretto. Elm Company.

Playlist 18/9 – Radio Sonica

14/feb/ Esplora la bacheca "masters" di Marenglen Hasanaj su Pinterest. of gioco-panda.jaewoncho.com?q=online+soma+site%gioco-panda.jaewoncho.com or .. casino/">captain cooks casino . portland gioco-panda.jaewoncho.com">mudd puddle

Toplists